la Redazione

In queste ultime festività natalizie abbiamo dovuto rinunciare a tante cose, ma non alla magia del presepe.
La maestria, la creatività, la manualità dei presepisti hanno prevalso sui vari DPCM; i pastori si sono devotamente assembrati davanti alla grotta di Betlemme, i Magi hanno attraversato tranquillamente le zone rosse e gialle e arancione,  Razzullo e Sarchiapone hanno litigato come al solito, l’asino ha ragliato, il bue ha muggito, la cometa ha illuminato giornate tristi: nel presepe tutto è andato come doveva andare. Come dice la canzone, gioia è discesa sul mondo, la Terra si è preparata a ricevere il suo Re.
Quest’anno, più che mai, avevamo bisogno di un messaggio d’amore e di speranza.

La Gara dei Presepi 2020 si conclude con l’assegnazione dei premi della giuria popolare.
Risultano vincitori:

 

    il presepe n. 13 di Angelo Zuddas

     il presepe n 12 di Lucia Zecca

  il presepe n. 2 di Daniele Balzano

Il premio speciale intitolato a Guglielmo Tirendi, Maestro ceramista appassionato di presepi, va ad Annalisa Sogliuzzo, per la laboriosità e la passione con cui ogni anno onora il nostro Signore.

il presepe n.8 di Annalisa Sogliuzzo

 

Un ulteriore premio viene assegnato al 4^ posto in base alla votazione online: è il presepe n. 1 di Silverio Avellino.

il presepe n.1 Silverio Avellino

 

Ai vincitori e a tutti i partecipanti vanno il plauso di Cala Felci e la gratitudine di tutti i numerosi appassionati.