Se arriva un whatsapp da Biagio Vitiello con foto allegate e il messaggio “buonasera, queste foto sono di mio figlio Dimitri”, si resta incollati allo schermo del telefonino, meravigliati, chiedendosi come sia possibile ottenere simili risultati.

Dimitri Scripnic spiega: “Questo è un ottimo periodo per osservare la luce zodiacale. È
un debole bagliore che si vede dopo il crepuscolo serale nella direzione del sole quando il cielo è senza Luna e non c’è troppo inquinamento luminoso.
Si tratta di particelle solide piccolissime distribuite nello spazio interplanetario internamente all’orbita terrestre, con una concentrazione maggiore sul piano dell’eclittica, che riflettono la luce solare. L’origine è attribuita all’evaporazione delle comete durante il loro passaggio vicino al Sole.”

La foto è il risultato di una lunga e complessa elaborazione al pc, ottenuta “incollando” ventotto scatti.