la Redazione

Procida è capitale italiana della Cultura 2022!
Altre nove località si sono contese il prestigioso titolo: Ancona, Bari, Cerveteri, L’Aquila, Pieve di Sologo, Taranto, Trapani, Verbania, Volterra.
La vittoria dell’isola campana non era scontata; noi ci abbiamo creduto da subito, prima di vedere il logo, prima di conoscere il programma, prima di scorrere l’elenco dei sostenitori che si è via via allungato, includendo enti e personaggi di grande prestigio e popolarità.
“È doveroso sostenere Procida”, ha tagliato corto Franco Schiano.

A fine dicembre, quando l’isola campana ha chiesto sostegno alle località di mare con l’iniziativa Un mare di carta, abbiamo messo in acqua la nostra poderosa flotta, affidando il ruolo di ammiraglia alla barchetta-simbolo de Lo Stracquo, opera di Marta Bilbao.
Lo slogan del progetto di candidatura, La cultura non isola, esprime l’isolanità più nobile, profonda e autentica.

I talk-on-line, il programma ricco e articolato, la campagna promozionale condotta attraverso tutti i canali di comunicazione hanno ben illustrato le dimensioni e lo spessore del progetto culturale elaborato dai procidani; nella motivazione dell’assegnazione del titolo si dice:

Il progetto culturale presenta elementi di attrattività e qualità di livello eccellente. Il contesto di sostegni locali e regionali pubblici e privati è ben strutturato, la dimensione patrimoniale e paesaggistica del luogo è straordinaria, la dimensione laboratoriale, che comprende aspetti sociali e di diffusione tecnologica è dedicata alle isole tirreniche, ma è rilevante per tutte le realtà delle piccole isole mediterranee. Il progetto potrebbe determinare, grazie alla combinazione di questi fattori, un’autentica discontinuità nel territorio e rappresentare un modello per i processi sostenibili di sviluppo a base culturale delle realtà isolane e costiere del paese. Il progetto è inoltre capace di trasmettere un messaggio poetico, una visione della cultura, che dalla piccola realtà dell’isola si estende come un augurio per tutti noi, al paese, nei mesi che ci attendono. La capitale italiana della cultura 2022 è Procida.

 

Tante cose ci accomunano a Procida: la storia, la cultura, le tradizioni, le dimensioni di piccola isola.
Procida ha accolto molti dei ragazzi ponzesi che hanno frequentato l’istituto nautico Francesco Caracciolo.
Fino a quando è stato attivo il collegamento Ponza-Napoli, Procida segnava l’inizio del viaggio di ritorno a casa e l’ultima tappa del viaggio di andata.
C’è un legame antico e profondo tra le due isole; Ponza si felicita con Procida, Calafelci continuerà a seguire le iniziative del progetto.