Antonella Boscarini: il mio Stracquo

0
890

Antonella Boscarini –  Reportage di emozioni in un’isola incantevole: Ponza
Lo Stracquo – 21 22 23  marzo 2014 –
Il tutto nasce da un’ idea di Monia Sciarra, Franco Schiano, Massimo Casalino dell’ Associazione Cala Felci di Ponza in collaborazione con l’Associazione Novecento  e la Pinacoteca d’Arte Contemporanea “Giovanni da Gaeta diretta da Antonio Lieto di Gaeta. Sono stati selezionati sedici artisti internazionali e invitati a Ponza a realizzare una o più opere per partecipare alla prima rassegna mondiale di opere d’arte create esclusivamente con i materiali “stracquati”, ovvero portati dal mare.
Approdo a Ponza con il sole! Che Spettacolo! Incontro le altre artiste Miriam e Maddalena! Murat ci aspetta al bar con Franco Schiano! Insieme andremo da Monia. Evviva, inizia l’ avventura!

Immagine

b 2a
E subito dopo…

b 3

Gita in barca ! I colori delle Ginestre conferiscono uno scenario mozzafiato! Ciak! Siamo sul set Cala Frontone! Dopo aver raccolto il materiale, opinioni a confronto! Straordinario!

b 4
“Non cerco, trovo” Picasso

Tutto è compiuto dalla natura; il sole e la salsedine corrodono la pianta del cactus che dimora sulle rocce. Questa sono le sue foglie! Non ci posso credere, i buchetti, la forma, tutto è perfetto! Quando mi predispongo alla ricerca, le cose mi vengono incontro, non finirò mai di sorprendermi per l’ immediatezza con cui si compie l’ opera! Non mi piace intervenire e modificare la forma, rispetto gli oggetti così per come si mostrano ai miei occhi; perfetti con il loro vissuto, e li assemblo. Non vedo l’ ora di tornare in laboratorio …

b 5
Ponza è libera

La cornice è la materia,la vita terrena,il suo vissuto è tangibile,ma…lei si stacca,il suo destino è altrove,e…vola libera in cielo!
Il mare regala sempre! La più grande quantità di materiale l’ abbiamo trovata a Cala Frontone. In particolare un grosso tronco è stato recuperato dalla spiaggia e portato in laboratorio. Lì la voglia di sperimentare trasformerà questo luogo statico in una fucina di idee, creatività, operosità.  Il Museo vivrà di una nuova realtà.

b 6
L’ emozione non ha voce!..Incredibile, molto più di un semplice ramo; intravedo un piede e il suo prolungamento..

b 7
“Passo dopo Passo”

Il lungo piede esce fuori dal tavolo.. Il suo passo è proiettato verso il futuro! Ha alle spalle la sua zattera…è ciò che era.. Ma ora è tempo di distacco, ha fretta, il destino lo chiama e lui va veloce!..Passo dopo Passo..
Ancora un’ altro giorno in barca, e mentre si scivola sull’ acqua, la natura regala emozioni e sensazioni da ricordare in un click! Ma..i miei occhi vengono rapiti anche da una tavoletta corrosa dal tempo..non conta ciò che è ma ciò che mi ricorda …

b 8
Ora desidero assemblarla a qualcosa che mi faccia sentire ancora la leggerezza del contatto dell’acqua, del vento, del cielo terso!

b 9
“ Libera”

Il mare regala energie per creare!

 Antonella Boscarini

www.antonellaboscarini.it

..è un’illusione che le foto si facciano con la macchina…Si fanno con gli occhi,con il cuore,con la testa.                                                          Henri Cartier Bresson

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.